L’attenzione all’ambiente e allo sviluppo ecosostenibile è una necessità che deve nascere dalla propria coscienza e dal proprio pensiero critico e non da un senso del dovere. Deve essere, in altri termini, una propria scelta pienamente consapevole, una decisione di dare speranza al proprio futuro senza che questo contribuisca a rendere il presente ancora più stressante e insopportabile.

È questo il principio alla base di numerose iniziative che, invece di appellarsi alla paura delle persone e instillare in esse il terrore della “fine del mondo”, permettono di approcciare il tema della sostenibilità con maggior brio e positività.

Da Angry Birds 2 a Gamindo, quali sono i passatempi che fanno bene all’ambiente e allo spirito?

Le app sostenibili: 1000 modi per il rispetto dell’ambiente

Puntare all’ecosostenibilità non significa affatto rinunciare ai piaceri e ai vantaggi offerti dal progresso, ma scegliere un progresso rispettoso.

Le mille diverse declinazioni delle app sostenibili, infatti, puntano a diversificare l’impegno per l’ambiente in ciascuno dei suoi aspetti:

  • Riduzione dei consumi: alcune app interagiscono con l’utente durante le ore dedicate al gioco in modo da renderlo consapevole del fatto che non è necessario consumare nel momento in cui si sta dedicando ad altro;
  • Educazione ambientale, attraverso l’interazione dell’utente con tematiche ambientali. Non solo relative all’inquinamento e ai consumi ma anche alla creazione di un’economia sostenibile e circolare sfruttando le energie rinnovabili;
  • Donazioni: altre app, invece, sono incentrate sulla raccolta fondi destinati poi ad organizzazioni no-profit che si occupano del rimboschimento, della bonifica ambientale o della protezione di specie protette;

Con l’umanità costretta ad affrontare una delle peggiori pandemie degli ultimi secoli, impiegare il proprio tempo in modo alternativo è la nostra scelta per un futuro responsabile. Un impegno per il bene collettivo che permetta di migliorare le proprie abitudini senza abbandonarle.

Lo svago e il relax sostenibile permettono di scrollarsi di dosso i problemi quotidiani e, allo stesso tempo, contribuire ad un mondo più pulito divertendosi.

Gamindo: save the world by playing video games

Gamindo è un’app per smartphone, disponibile per dispositivi Android e iOS, che permette di trasformare le proprie ore di gioco in donazioni per varie e diverse ONG.

Nata dall’idea innovativa della Tesi di Laurea di Nicolò Santin, Gamindo presenta un sistema altamente innovativo attraverso il quale gli utenti possono giocare a numerosi video-games per smartphone, dai grandi classici come il tetris fino alle sfide multigiocatori, il tutto gratuitamente.

giochi sostenibili per l'ambiente

La start-up, infatti, connette direttamente gli sponsor alle ONG attraverso la programmazione di giochi personalizzati per ciascuna azienda. Questa a sua volta mette a disposizione un budget che gli utenti possono sbloccare attraverso l’accumulazione di punti nei vari giochi, per poi devolvere il ricavato alle organizzazioni che aderiscono al programma.

Una volta completata la raccolta per una di queste organizzazioni, Gamindo emette la donazione tramite bonifico, pubblicato sul sito o comunicato direttamente in app a tutti gli utenti.

Tra le ONG coinvolte vi sono:

  • Plant for the Planet;
  • Save the Children;
  • WildAid;
  • OceanConservacy;
  • UNICEF;
  • FAI;
  • Rainforest Alliance;
  • Anche centri di ricerca come Telethon, AISM, AIRC, etc.;

Al momento sono state completate donazioni per un totale di oltre 15.500€: un risultato notevole per un app con meno di 3 anni di vita e che conta su circa 10mila utenti.

«L’obiettivo– afferma Nicolò Santin- è aumentare il numero di giocatori e quindi di donatori. Per questo ogni giorno si possono accumulare al massimo 20 gemme e lavoriamo per assicurare un’esperienza di gioco piacevole e senza interruzioni pubblicitarie».

Angry Birds 2: pigs for trees

Pigs for trees, questo il motto dei nuovi eventi inaugurati da Angry Birds 2, il videogame per smartphone che ha appassionato milioni di utenti in tutto il mondo.

Gli sviluppatori del videogioco, infatti, hanno aderito alla Trillion Tree Campaing indetta dall’ONU. Una iniziativa che punta al rimboschimento di, appunto, un triliardo di alberi e alla sensibilizzazione su tematiche relative al cambiamento climatico.

L’adesione di Rovio alla campagna ha comportato la comparsa di numerosi eventi a tema sull’applicazione Angry Birds 2, in occasione dei quali i giocatori possono concorrere per il raggiungimento di obiettivi particolari.

Nell’immagine, l’evento Good with Wood, per il rimboschimento: i giocatori concorrono per accumulare particolari collezionabili in gioco con l’obiettivo di riempire la barra degli obiettivi globali connessi all’impegno, da parte della Rovio, di partecipare al rimboschimento globale.

Ogni giocatore può visualizzare il suo contributo alla causa nella schermata dell’evento.

angry birds gioco sostenibile

Ma non solo alberi: la Rovio, infatti, partecipa attivamente anche alle giornate sulla riduzione e ottimizzazione dei consumi, con eventi a tema che impegnano il giocatore ad abbassare l’impiego di energia elettrica durante le ore di gioco (non lasciando ad esempio il cellulare in carica tutto il tempo).

Once Upon a Tile: sensibilizzazione ed educazione

Progetto ambizioso, quello nato dalla collaborazione tra WeAreMüesli e Daniele Giardini. Once Upon a Tile, che verrà rilasciato a breve su smartphone ma che è disponibile già da ora online come browser game, si propone come un’applicazione di sensibilizzazione ed educazione ai temi ambientali.

I giocatori, infatti, sono coinvolti nella costruzione e nella gestione di un mondo completamente ecosostenibile attraverso la combinazione di elementi (sotto forma di tessere) che aiutano a sviluppare ogni aspetto della vita quotidiana nel rispetto dell’ambiente.

giochi per un mondo più sostenibile

Dalla fornitura di utenze fino ai servizi più complessi, Once Upon a Time prende in considerazione tutte le principali sfide dell’ecologia moderna, riproponendole attraverso la grafica accattivante di Daniele Giardini.

La partecipazione delle piattaforme: Charity Games su Steam

Non solo singole proposte: il mondo del gaming sta esplorando la delicata tematica della sostenibilità energetica e ambientale anche grazie a iniziative dei big del settore.

Tra questi Steam, la principale piattaforma di acquisto di videogiochi per PC, che ha raccolto tematicamente tutti i titoli coinvolti in operazioni di raccolta fondi a favore delle ONG in un’unica categoria: Charity Games.

La rassegna comprende tanto titoli gratuiti quanto a pagamento e informa il giocatore non solo di quale percentuale dei propri fondi verrà devoluta ma anche quale ONG è interessata da ciascun gioco.

Dalla ricerca scientifica fino alla purificazione delle acque. Dalla salvaguardia dei diritti dei bambini fino alla protezione delle specie in via di estinzione: attraverso Charity Games anche i giochi indie possono indire una raccolta fondi per contribuire, nel loro piccolo, alla salvaguardia del pianeta e del futuro dell’umanità.

Tempo libero, sì: ma speso bene

Il tempo libero è, come il termine stesso lo definisce, quel momento della giornata che ciascuno può dedicare a se stesso. Si tratta di un diritto sacro per la salute della persona ma che non per questo non può essere speso nel migliore dei modi.

L’attenzione per l’ambiente non è come le diete: sofferenza per 6 giorni a settimana e completo sfacelo nel settimo. Si tratta, come si è detto, di una scelta che deve essere consapevole e che non deve alterare in negativo la propria qualità della vita.

Ecco perché l’intrattenimento, componente rilevante del tempo libero, può essere condotto in modo responsabile e anche un semplice gioco per smartphone può contribuire al miglioramento del benessere comune.